Poeti di Sicilia

“Mi fa molto piacere raccontare com’è nata quest’opera comune che La Dimora del Tempo sospeso propone adesso ai suoi lettori: nell’estate del 2018 Leonardo Barbera e Antonio Lanza mi hanno chiesto di curare una raccolta di testi poetici di autori accomunati dalla loro origine siciliana; ho preso tempo, ho cercato notizie e testi, poi ho … Continua a leggere Poeti di Sicilia

Marco Scalabrino e la coralità del Novecento siciliano

Manuel Cohen Marco Scalabrino   REPERTORIO DELLE VOCI NUOVA SERIE, N.5 (XXXII)   Marco Scalabrino e la coralità del Novecento siciliano

Un detective di poetiche

Marco Ercolani Luigi Sasso Un detective di poetiche      Talvolta accade che un libro si imprima nella mente del lettore con un’immagine più intensa e persistente delle altre.  Nel caso del libro di Luigi Sasso, Nomi di cenere (Pisa, ETS, 2003), è il titolo stesso, lo stesso nome del libro, a catturare l’attenzione, a suggerire … Continua a leggere Un detective di poetiche

Il grande tempo è ora, di Giovanni Nuscis

Sono stato a lungo convinto che la poesia civile corresse il rischio di morte precoce. Figlia assillante del proprio tempo, scandaglio immerso nel pulsare della vita, la pensavo destinata ad invecchiamento precoce, un po’ come accade agli odierni istant-book, i quali, riletti a distanza di pochi mesi dal fatto che commentano, ci appaiono subito paradossalmente … Continua a leggere Il grande tempo è ora, di Giovanni Nuscis

Rimbalzi/Rebonds (1)

Yves Bergeret R I M B A L Z IVita e metamorfosi di otto poemi di montagna REBONDS,Vie et métamorphose de huitpoèmes de montagne.Tratto da Carnet de la langue-espace.Traduzione di Francesco Marotta.

“Soggetti a cancellazione” di Lorenzo Mari

Dei Soggetti a cancellazione di Lorenzo Mari (Arcipelago Itaca Edizioni, Osimo 2022) vorrei dire qui il fecondo paradosso per cui la fragilità della scrittura e del linguaggio, il loro tendere alla cancellazione (che è sia auto-cancellazione che subìta cancellazione), la loro messa in discussione radicale diviene, invece, forma di possibilità nuove del dire e dello … Continua a leggere “Soggetti a cancellazione” di Lorenzo Mari

Il mestiere di Giovanni Nuscis

Una breve considerazione e una scelta di poesie in seguito alla lettura di Il grande tempo è ora di Giovanni Nuscis, Arcipelago Itaca, 2021. Distillato cristallino di tempo. Tempo come durata, come parte che ci è assegnata durante la vita. E anche, mi sembra di capire leggendo questo bellissimo libro di Nuscis, verso la morte. … Continua a leggere Il mestiere di Giovanni Nuscis

Sul concetto di poesia-in-atto

Lo scrivo volutamente così: poesia-in-atto perché anche la lettura dev’essere effettuata con una sola emissione di fiato, pur mantenendo distinti i tre vocaboli; la risultanza è un solo concetto costituito da tre identità concomitanti e interagenti: poesia, la creazione per moto del pensiero tramite il suono, il ritmo e la parola – in per esprimere … Continua a leggere Sul concetto di poesia-in-atto

Su “Frattura composta di un nome” di Andrea Accardi

Con un’interessante scelta anche editoriale Andrea Accardi pubblica, alcuni mesi dopo Frattura composta di un luogo (Borgomanero, Giuliano Ladolfi Editore, settembre 2019), Frattura composta di un nome (ivi, febbraio 2020), una sorta di “riavvolgimento del nastro” del libro di poco precedente, mi scrive l’autore – lo stesso è detto nella quarta di copertina: l’autore riavvolge … Continua a leggere Su “Frattura composta di un nome” di Andrea Accardi

nutrica

Elio Grasso Nota di lettura a: Daìta Martinez nutrica Faloppio (CO), Lietocolle, 2019 Ampio e fecondo lavoro in quest’ultimo libro di Daìta Martinez, dopo aver dato alle stampe alcune plaquette lungo i recenti anni fatti di ricerca e letture rivelate, letture che le hanno concepito una prospettiva più ampia. Le fonti sono state molte. I … Continua a leggere nutrica

Agamben e Mallarmé

Giuseppe Zuccarino Il luogo ateologico della poesia. Agamben e Mallarmé Giorgio Agamben ha talvolta dedicato dei saggi ai simbolisti francesi dell’Ottocento, benché mai, specificamente, a Mallarmé. Questo non significa che il filosofo attribuisca al poeta una minore importanza, anzi i frequenti e significativi rimandi agli scritti mallarmeani che si incontrano nei suoi libri dimostrano l’esatto … Continua a leggere Agamben e Mallarmé

Antonio Lanza: 5 testi da “Suite Etnapolis”

Antonio Lanza Suite Etnapolis Interlinea, 2019   Dalla seconda sezione “Lunedì” *** Samuele: Sabato sarà il mio ultimo giorno. Potrei ripeterlo all’infinito e non provare niente. Cinzia: Vuoi che non mi dia un piccolo aumento? Da più di un anno qui, per cinquecento euro al mese. Alfredo: Neanche sei nato e riesci già a farmi … Continua a leggere Antonio Lanza: 5 testi da “Suite Etnapolis”

Su “Tirrenide” di Maria Grazia Insinga

Che Tirrenide di Maria Grazia Insinga sia l’opera risultata vincitrice della sezione “opera inedita” del Premio Lorenzo Montano 2019 conferma l’originalità e la qualità della scrittura dell’autrice siciliana; probabilmente più di un lettore storcerà il naso pensando (non a torto, devo ammettere) che i premi letterari non siano né debbano essere misura attendibile e legittima … Continua a leggere Su “Tirrenide” di Maria Grazia Insinga

Ospiti (D)

Alberto Da Costa E SilvaManuela DagoAntonio D’AgostinoChiara Daino (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9)Stefano Dal BiancoFrancesco DalessandroMario Dal Pra’ (1) (2) (3)Massimiliano Damaggio (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13) (14) (15) (16) (17) (18) (19) (20) (21) (22) (23) (24) (25) (26) (27) (28) (29) (30) (31) (32) … Continua a leggere Ospiti (D)