I privilegi dell’insonnia (Simić e Cornell)

Scatole come mondi: Boîtes à musique, Wunderkammern, lanterne magiche e anche carnets de voyage, taccuini d’artista, bibelots oppure semplici scatole piene di conchiglie o di sassi o di cartoline continuano ad affascinarci, a sedurre la nostra mente la quale, degna figlia della modernità, nutre questa sua tendenza alla collazione di oggetti disparati da conservare e di quando in quando guardare. … Continua a leggere I privilegi dell’insonnia (Simić e Cornell)

Associazioni e poetiche: Charles Simić, Joseph Cornell e Andrew Wyeth

Parlare della poesia di Charles Simić associandola alle fascinazioni delle scatole, delle pellicole assemblate e dei collage di Joseph Cornell, è scontato almeno quanto associare la poetica di Mark Strand ai lavori di Hopper. Eppure credo che superando la fascinazione e il dichiarato amore di Simić per l’accattonaggio magico di Cornell – cui ha reso omaggio dedicandogli un intero libro che si apre con la … Continua a leggere Associazioni e poetiche: Charles Simić, Joseph Cornell e Andrew Wyeth

Breve saggio sulle terrazze salentine

Penso alle terrazze dei centri storici salentini, a quel mosaico di chianche, rialzi, muretti e parapetti, tettoie avventizie (dette suppinne), comignoli, fili tesi per stendervi il bucato, vasi di terracotta, pile e pileddhe di pietra escavata, bidoni e bidoncini per raccogliere l’acqua piovana o per farvi crescere erbe aromatiche e geranei, scalini di tufo o … Continua a leggere Breve saggio sulle terrazze salentine

Ospiti (D)

Alberto Da Costa E Silva Manuela Dago Antonio D’Agostino Chiara Daino (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) Stefano Dal Bianco Francesco Dalessandro Mario Dal Pra’ (1) (2) (3) Massimiliano Damaggio (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13) (14) (15) (16) (17) (18) (19) (20) (21) (22) (23) (24) (25) … Continua a leggere Ospiti (D)

Breve saggio su Milano (un notturno)

Il centro di Milano va svuotandosi delle persone, chiudono gli ultimi locali di ristoro, quasi più nessuno nelle strade e nelle piazze, piccoli mezzi del servizio di nettezza urbana, i lampeggianti accesi, ronzano a ridosso di un marciapiedi o in un angolo. Il centro di Milano senza vocio e quasi senza rumori, senza andirivieni e … Continua a leggere Breve saggio su Milano (un notturno)

Breve saggio sul camminare

(L’idea di questo scritto deriva da uno splendido e vibrante intervento di Jonny Costantino pubblicato sul Primo amore il 5 maggio 2018: L’Austria di Bernhard specchio dell’Italia di oggi). : ma, più che un saggio, scriverò un elogio del camminare, anzi un doppio elogio di un doppio modo di camminare: l’andare a piedi (ma, anche, integrando … Continua a leggere Breve saggio sul camminare

Ospiti (t-z)

Antonio Tabucchi (1) (2) (3)Aldo Tagliaferri (1) (2) (3)Pierre Tal Coat (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8)Sylvain TanquerelAntoni Tàpies (1) (2)Ferdinando Tartaglia (1) (2)Federico TavanVittorio TavianiElio TavillaGianluca TedaldiJean TeillerAnnalisa Teodorani (1) (2) (3)Teresa D’AvilaTerezinRaffaella Terribile (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13)Italo Testa (1) (2) (3)Giovanni TestoriFabio Teti (1) (2)Ranieri … Continua a leggere Ospiti (t-z)

Il corpo emotivo della bellezza

Antonio Devicienti Il corpo emotivo della bellezza (Sonetti dolenti e balordi di Lucetta Frisa) Italiana è l’invenzione del sonetto, dantesco/petrarchesca la fondazione del suo prestigio europeo, ininterrotta la sua fascinazione. Il numero conchiuso dei 14 versi sembra esercitare ancora oggi quella suggestione derivante dal dover dire entro spazi rigorosi, cercando l’arduo equilibrio tra tradizione e … Continua a leggere Il corpo emotivo della bellezza

Il cacciatore di immagini

Charles Simić E’ dunque possibile che, malgrado le sue mura di mattoni e i suoi volti ben rasati, questo mondo nel quale viviamo sia orlato di meraviglie e che io stesso e l’umanità intera, sotto gli stereotipi con i quali ci ammantiamo, celiamo enigmi che nemmeno le stelle, forse nemmeno i serafini più sublimi, sono … Continua a leggere Il cacciatore di immagini

Ospiti (C)

Daniela Cabrini Laura Caccia (1) (2) Renato Caccioppoli (1) (2) Arsène Caens (1) (2) (3) Angelo Cagnone (1) (2) Nanni Cagnone (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13) (14) (15) (16 (17) (18) (19) (20) (21) (22) (23) (24) (25) (26) (27) (28) (29) (30) (31) (32) (33) Roger Caillois (1) (2) (3) (4) (5) … Continua a leggere Ospiti (C)

Paradigma – di Francesco DE GIROLAMO

Francesco De Girolamo – PARADIGMA. Piccola antologia poetica (1997-2001) Da “La lingua degli angeli” (Edizioni del Leone, 1997) MENTITE SPOGLIE Quello che vedo non è quello che penso; quello che dico non è quello che sento; i miei amici sono i miei nemici; l’io che non sono ha ucciso l’io che ero. Portami via con … Continua a leggere Paradigma – di Francesco DE GIROLAMO

Ospiti (r-s)

Leonello Rabitti Giovanni Raboni (1) (2) Davide Racca (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13) (14) Ariadne Radi Cor (1) (2) Miklós Radnóti Mariachiara Rafaiani Massimo Raffaeli Severino Raimondi (1) (2) Stefano Raimondi (1) (2) (3) (4) David Ramanzini (1) (2) (3) (4) (5) Franca Rame Pellegrino Ramingo (the original) … Continua a leggere Ospiti (r-s)