Archivi categoria: antonio cosimo de biasio

Water Melody 7 / Li Bai

antica poesia cinese tradotta da 白松 Antonio Cosimo De Biasio


Prendo il bicchiere e interrogo la luna

Luna nel cielo terso, quando appari?
Sto posando il bicchiere e te lo chiedo.
Non ci si può avvicinare alla luna,
Ma la luna segue le nostre tracce.

Come uno specchio vola sui palazzi;
Svaniscono le nubi, e brilla ovunque.
Vediamo la luna uscire dal mare,
E in mezzo alle nuvole tramontare.

Tutto l’anno il coniglio è col pestello,
Chang E è sola, chi le fa compagnia?
Non vedo oggi la luna degli antichi,
Ma la luna è la stessa del passato.

Antichi e attuali sono acqua che scorre,
Ma per tutti la luna è come questa.
Vorrei solo che mentre canto e bevo
La luna splenda a lungo nel bicchiere.

Continua a leggere Water Melody 7 / Li Bai

Water melody 6 / Bevendo il vino 16-20

Queste ultime cinque poesie concludono il ciclo di “Bevendo il vino” del poeta Tao Yuanming. Occasione quindi per raccogliere tutti i testi tradotti da Antonio Cosimo De Biasio e pubblicarli nel “Quaderno di traduzione LXXVIII” che uscirà domani. Grazie 白松 per questi regali bellissimi. Per la poesia di questi maestri.

Continua a leggere Water melody 6 / Bevendo il vino 16-20

Water Melody 5 / Bevendo il vino 10-15

poesia cinese antica tradotta da Antonio (Cosimo) De Biasio


餘閒居寡歡,兼比夜已長,偶有名酒,無夕不飲。顧影獨盡,忽焉複醉。既醉之後,輒題數句自娛。紙墨遂多,辭無詮次。聊命故人書之,以為歡笑爾。

Passando il mio tempo ritirato, ho pochi svaghi, e le notti diventano sempre più lunghe. Per caso ho un vino famoso, e non c’è notte che non ne beva e che, da solo, guardando la mia ombra, non vada oltre il limite. E d’un tratto sono di nuovo brillo. Una volta, dopo essermi ubriacato, ho scritto numerosi versi per mio piacere, e i fogli coperti d’inchiostro si sono moltiplicati. Le parole non avevano un ordine logico, ma ho chiesto a un vecchio amico di buttarle giù meglio, così da farci una risata.

陶淵明 Tao Yuanming (365-427, Sei Dinastie)


Continua a leggere Water Melody 5 / Bevendo il vino 10-15

Water Melody 4 / Bevendo il vino 5-10

poesia cinese antica tradotta da Antonio (Cosimo) De Biasio


餘閒居寡歡,兼比夜已長,偶有名酒,無夕不飲。顧影獨盡,忽焉複醉。既醉之後,輒題數句自娛。紙墨遂多,辭無詮次。聊命故人書之,以為歡笑爾。

Passando il mio tempo ritirato, ho pochi svaghi, e le notti diventano sempre più lunghe. Per caso ho un vino famoso, e non c’è notte che non ne beva e che, da solo, guardando la mia ombra, non vada oltre il limite. E d’un tratto sono di nuovo brillo. Una volta, dopo essermi ubriacato, ho scritto numerosi versi per mio piacere, e i fogli coperti d’inchiostro si sono moltiplicati. Le parole non avevano un ordine logico, ma ho chiesto a un vecchio amico di buttarle giù meglio, così da farci una risata.

陶淵明 Tao Yuanming (365-427, Sei Dinastie)


Continua a leggere Water Melody 4 / Bevendo il vino 5-10