Archivi categoria: bianca madeccia

Variazioni sul buio

Bianca Madeccia

“Diverso è l’idioma non la fame che abbiamo
anche l’ira e la stessa e identico il pugnale
ugualmente divoriamo pani che predicono polvere
e similmente grati per il dono di questa lingua a parte
che salva i nostri giorni dai mesi aridi e dalle tempeste.”

Continua a leggere Variazioni sul buio

Microracconti – di Bianca MADECCIA

Microracconti

La bambina utile

La bambina utile un giorno aprì alle bambine inutili.
Era da molto che premevano alla porta, così, le lasciò entrare.
In pochi minuti, le bambine inutili presero possesso della casa.
La loro prima azione fu bruciare pile di libri da cui divamparono storie ardenti.
La fiamma,
che mai prima aveva brillato tra quelle pagine, ora svettava incontrastata.
La cenere,
bianca e compatta, riposava a terra, cipria cocente di rare pagine avoriate di buona grammatura.

(Da “La bambina utile”, inedito)

Continua a leggere Microracconti – di Bianca MADECCIA

Con lo sguardo fisso all’altra riva – Bianca MADECCIA


(Lughia, Architettura di sabbia)

Da Alta tensione (inedito)

ALTA TENSIONE

Sono nata nel giorno dell’alta tensione,
la mia arma preferita il pugnale arabo,
quella, cioè, che più mi somiglia
nel suo linguaggio di giri corti e serrati.
Continua a leggere Con lo sguardo fisso all’altra riva – Bianca MADECCIA