Archivi categoria: capolavori dimenticati

Pedro Páramo – di Juan RULFO


(Diego Rivera, The day of the dead, 1923-24)

[Juan Rulfo, Pedro Páramo, traduzione di Emilia Mancuso, Milano, Feltrinelli, “Le Comete”, 1960, pag. 5-10 (Pedro Páramo, México, Fondo de Cultura Económica, 1955)]

*

Venni a Comala perché mi avevano detto che qui viveva mio padre, un certo Pedro Páramo. Fu mia madre a dirmelo. E io le promisi che, dopo la sua morte, sarei andato a trovarlo. Le strinsi le mani per confermarle la mia promessa; stava per morire, e io, in quel momento, avrei fatto qualunque cosa. “Va a trovarlo, ti prego, non te ne dimenticare,” mi raccomandò. “Si chiama così e così. Sono certa che sarà contento di conoscerti.” Continua a leggere Pedro Páramo – di Juan RULFO

Non potrà accadermi la morte – Poesie di Michele RANCHETTI

Non da ieri il nome di Michele Ranchetti si inscrive nel ristretto novero dei protagonisti della nostra poesia: in ciò confortato, come sappiamo, da un’autorità di pensatore e di studioso di raro peso: che fa tutt’uno con la sua opera creativa e ne suggella la forte, inconfondibile impronta. Erede elettivo di quella grande tradizione mistica (che ebbe, da noi, in Clemente Rebora il suo estremo grande testimone), egli ci consegna oggi in questo spoglio e impietoso Verbale il rendiconto di una nuova tappa verso quella sua laica noche oscura dove principio e fine (agostinianamente) s’incontrano e si confondono, in un reciproco scambio di ruoli e di identità e a dispetto di ogni tentazione consolatoria. Da uomo che “ha letto tutti i libri”, eppure già nell’aldilà di ogni oltranza dell’esserci, Ranchetti esorcizza nel suo impietoso dettato ogni atteggiamento retorico (l’invocarla come il temerla) verso quella nostra finale e fatale mèta che un grande etnologo come Ernesto De Martino definiva “crisi della presenza”. E del resto: “Io come il ragno tesse / la sua tela traendola / da sé da sé ed essa / è per lui nido territorio e arma / e per altri morte / così ciò che da me / proviene è solo / altra forma del corpo / e della mente nella crescita / del puro delirio”.
Giovanni Giudici

Continua a leggere Non potrà accadermi la morte – Poesie di Michele RANCHETTI

Il volo di Volodja

ddct128553894-2.jpg

IL VOLO DI VOLODJA – 15 CANZONI PER VLADIMIR VYSOTSKIJ

Etichetta: Ala Bianca Group
Web site: http://www.alabianca.it
Codice: CD – cod. DDCT128553894-2

*

Il bagno alla bianca
(trad. di Sergio Secondiano Sacchi)

Proprio qui, proprio qui…

Riscaldatemi bene la sauna
perché un bagno alla bianca farò
proprio qui, sulla panca, tra un attimo,
la mia anima stanca cadrà. Continua a leggere Il volo di Volodja