Archivi categoria: claude simon

Epifanie simoniane

Continua a leggere Epifanie simoniane

Annunci

Simon e la verità letteraria

Giuseppe Zuccarino

Simon e la verità letteraria

     Claude Simon non ha mai voluto presentarsi come un teorico della letteratura, bensì semplicemente come un narratore. Tra i volumi da lui pubblicati, solo il Discours de Stockholm del 1986 (una plaquette che contiene il discorso tenuto l’anno prima, al momento di ricevere il premio Nobel) può essere considerato un’esplicita dichiarazione di poetica. Nonostante ciò, il suo pensiero sull’arte del romanzo ci è ben noto, grazie alle numerose interviste che ha concesso e a qualche altro testo, come ad esempio la premessa a un’opera narrativa del 1970, Orion aveugle. Specie negli ultimi due decenni di vita, però, gli è capitato spesso di essere invitato a tenere conferenze, in Francia e all’estero. Un volume recente, Quatre conférences (Paris, Éditions de Minuit, 2012), propone alcuni di questi scritti, databili fra il 1980 e il 1993. Continua a leggere Simon e la verità letteraria

Claude Simon e la mano che scrive

Giuseppe Zuccarino

Claude Simon e la mano che scrive

     L’arte della descrizione

     In uno dei primi romanzi di Simon, poco noti in quanto l’autore non ne ha mai autorizzato la riedizione, si incontra un brano per molti versi significativo. Il narratore interno al testo immagina che chi sta leggendo gli rivolga delle domande e cerca di rispondere alla propria maniera. Le due voci che s’incrociano in questo dialogo vanno districate l’una dall’altra: «Mi scusi se la interrompo, signore, ma vorrei chiederle un chiarimento. Lei mi farà perdere di vista il soggetto. Non può riprenderlo in seguito? È difficile. Il soggetto non aspetta. Qual è dunque questo soggetto? Una corsa in velocità. Continua a leggere Claude Simon e la mano che scrive