Archivi categoria: tommaso di ciaula

Per il trentennale di “Tuta blu” – Omaggio a Tommaso Di Ciaula

[depliant-tuta-blu]

Continua a leggere Per il trentennale di “Tuta blu” – Omaggio a Tommaso Di Ciaula

Annunci

Allevando memorie di terra e sangue (II) – Tommaso DI CIAULA


(Maria Trentadue, Paese di notte, 1973)

(Leggi qui la prima parte.)

“Una lirica turgida che contrae grossi debiti con l’asse realistico e nello stesso tempo se ne difende, è il risultato di queste poesie. L’operazione è molto meno “naive” di quanto si attenderebbe, vista l’anagrafe “selvaggia” dell’autore. Infatti accorti dosaggi ritmici, ripetizioni calcolate e persino vezzi chiaramente avanguardistici, dimostrano una volontà di presenza nella scrittura che non incoraggia certe letture “immediate” o spontanee”.

(“La Repubblica” del 28-12-198O)

Continua a leggere Allevando memorie di terra e sangue (II) – Tommaso DI CIAULA

Allevando memorie di terra e sangue (I) – Tommaso DI CIAULA


(Maria Trentadue, La raccolta delle olive, s.a.)

“… un senso luminoso delle cose, delle memorie, delle pene; la solitudine che si apre in comunione con le cose, le cose che si aprono in simboli. Una poesia che ha ancora radici contadine, che ancora “legge” il mondo attraverso quel sentire, quei concetti, quelle immagini, che ancora istituisce con il mondo un rapporto magico”.
(Leonardo Sciascia, Corriere della sera, 4-11-1971)

Continua a leggere Allevando memorie di terra e sangue (I) – Tommaso DI CIAULA