Archivi categoria: trasduzioni

Terra-Luna

Continua a leggere Terra-Luna

Annunci

Mortali e immortali

“alle frontiere del futuro
c’è un rigido controllo
sono ammessi solo i sopravvissuti”

Continua a leggere Mortali e immortali

Il giardino di pietre

Lorand Gaspar

Il giardino di pietre
(Le jardin de pierres)

Nous vivions dans la fraîcheur d’aller
porteurs d’images au jardin des pierres
le vaste empire répandu, éventé.
Ce qui reste au large d’années
souffles bleuis, violences calcaires
énorme pays de vies muettes
craquements verts dans les doigts de craie
peu à peu nous apprîmes à écouter
quelque part la chute du jasmin –

viviamo con l’istinto di andare
portatori di immagini al giardino di pietre
il vasto dominio diffuso, arioso.
respiri azzurrati, violenze calcaree
un’enorme distesa di vite ammutolite
scricchiolii verdi nelle dita di gesso
è quello che resta della corsa degli anni.
passo dopo passo imparammo ad ascoltare
da qualche parte lo schianto del gelsomino

Continua a leggere Il giardino di pietre

Odin Le Roc

Les milles métiers se ressemblent;
Tous les ruisseaux coulent ensemble,
Bande d’incorrigibles chiens,
Malgré vos oreilles qui tremblent
Sur le tourment de votre chaîne.

Le juron de votre seigneur
Est une occasion de poussière,
Bêtes, qui durcissez le pain
Dans la maigreur de l’herbe.

Continua a leggere Odin Le Roc

Aube / Alba

Montagna e aria si avvinghiano come giovani amanti
per fondersi nelle corde vocali del poeta,
per diventare insieme il suono che trascorre,
che entra e si allontana, passa e prosegue
modellando le valli nel cammino.

Continua a leggere Aube / Alba

La poesia esce dalla mia bocca…

La poesia esce dalla mia bocca

Mario Santiago

La Poesía sale de mi boca…

Para Roberto Bolaño, al que presiento ya como mi Maharischi
e iniciador de 1 movimiento cuyo nombre ignoro
& en el cual prometo realizarme plenamente

Continua a leggere La poesia esce dalla mia bocca…

Consigli di un discepolo di Marx a un fanatico di Heidegger

Mario Santiago Mario Santiago

Consigli di un discepolo
di Marx a un fanatico
di Heidegger



“E’ anche ora di ricordare
che niente è bello,
tanto meno in Poesia,
che non è il caso”.

W. H. Auden

A Roberto Bolaño
& Kyra Galván
compagni & poeti

[Il testo originale è qui]

Consigli di un discepolo di Marx a un fanatico di Heidegger

Volcan gauche

Piton de la Fournaise, Isola della Réunion

Yves Bergeret
Thomas Cantens

Volcan gauche

 

Poèmes-peintures de l’ïle de La Réunion décembre 2013.
Yves Bergeret, peintures et aphorismes à l’encre de Chine.
Thomas Cantens, poèmes sur papier Japon.

Poemi-pitture dell’isola di La Réunion, dicembre 2013.
Yves Bergeret, pitture e aforismi con inchiostro di China.
Thomas Cantens, poemi su carta Giappone.

Continua a leggere Volcan gauche

Poeti Greci Contemporanei (XIII)

hhkkk

Σοφία Γιοβάνογλου
Sofia Yovànoglou

Χρύσα Αλεξίου
Chrìssa Alexìou

Poiein

Cinque poetesse greche

Viviamo un processo oramai avanzato di disgregazione della comunità in individui che ha profondamente coinvolto la sfera creativa e in particolare la poesia. L’abolizione mediatico-digitale dei confini fra spazio e tempo, l’implosione di questi nella vita quotidiana, che rendono il nostro tempo un luogo dove confluiscono tutti i tempi e tutti i luoghi, ha prodotto individui instabili, incompleti che serbano in sé un vago ricordo della propria funzione comunitaria e del “proprio” tempo limitato. Ciò è maggiormente avvenuto nei paesi più industrializzati, ora identificabili come “assenze di luoghi” di immense proporzioni. In questa “disabitazione”, chi scrive poesia si trova a reinterpretare una realtà che non può facilmente esserlo. Il risultato è spesso una poesia “assente”, come sospesa in una extra-realtà eterea, altrettanto “liquida” quanto la “modernità” attuale di Zygmunt Bauman. Per trovare qualcosa di diverso, dobbiamo uscire dall’Europa o meglio dai luoghi “mondializzati” e andare a scavare laddove il linguaggio è ancora condivisione di argomenti, esperienze, ambienti e sentire comuni.

Continua a leggere Poeti Greci Contemporanei (XIII)