Archivi categoria: vladimír holan

Un’altra Praga (X)

Sergio Corduas
Francesco Jappelli

Quello di Francesco Jappelli e Sergio Corduas è un percorso inedito, un viaggio non solo fotografico, in una Praga “né magica, né tragica”, ma “altra” dagli stereotipi di una certa retorica letteraria e dall’immaginario collettivo che gravitano da sempre intorno a questa città. 31 immagini scattate tra il 1983 e il 1988 che rivelano una Praga come spazio urbano quasi completamente svuotato dall’elemento umano. Scorci di strade solitarie, edifici decadenti ma integri nella loro antica regalità, inquadrature in bianco e nero, quasi radiografie, dell’anima complessa di una città assorta sotto un cielo onnipresente e diafano. I testi di Corduas [scritti tra il 2009 e il 2010 – ndr], affiancati alle immagini, analizzano con conoscenza profonda e particolare sensibilità quanto la pellicola non può dire, contribuendo a rendere più viva l’interpretazione originale di “un’altra Praga”.

Continue reading Un’altra Praga (X)

Un’altra Praga (VI)

Sergio Corduas
Francesco Jappelli

Quello di Francesco Jappelli e Sergio Corduas è un percorso inedito, un viaggio non solo fotografico, in una Praga “né magica, né tragica”, ma “altra” dagli stereotipi di una certa retorica letteraria e dall’immaginario collettivo che gravitano da sempre intorno a questa città. 31 immagini scattate tra il 1983 e il 1988 che rivelano una Praga come spazio urbano quasi completamente svuotato dall’elemento umano. Scorci di strade solitarie, edifici decadenti ma integri nella loro antica regalità, inquadrature in bianco e nero, quasi radiografie, dell’anima complessa di una città assorta sotto un cielo onnipresente e diafano. I testi di Corduas [scritti tra il 2009 e il 2010 – ndr], affiancati alle immagini, analizzano con conoscenza profonda e particolare sensibilità quanto la pellicola non può dire, contribuendo a rendere più viva l’interpretazione originale di “un’altra Praga”.

Continue reading Un’altra Praga (VI)

Tempo di mutezza

Marco Ceriani
Vladimír Holan

Di seguito troverete le prime pagine di un ragguardevole saggio di Marco Ceriani su Vladimír Holan, unitamente a una selezione di testi poetici dell’autore ceco. Tutto il materiale presentato è tratto dalla rivista “Istmi“, per la precisione dal numero 21-22 del 2008, “Tempo di mutezza“, interamente dedicato a Holan. Il volume contiene, oltre al citato saggio, una biografia, curata da Vlasta Fesslová, e 53 poesie da “Předposlední” (“Penultima“), la più parte tradotte da Ceriani in collaborazione con Giovanni Raboni.
Questo post vuole essere anche un augurio di buon proseguimento rivolto allo stesso Ceriani, impegnato in un immane lavoro critico-filologico-traduttologico sull’intero corpus dell’opera di Holan – lavoro sul quale spero, quanto prima, di poter dare ulteriori ragguagli. (fm)

Continue reading Tempo di mutezza