Archivi categoria: yves bergeret

Le monde réel / Il mondo reale

il-mondo-reale

Sur les lèvres
le souffle de l’eau des origines
murmure des paroles hors du temps
pour dialoguer avec le silence des ombres.

Continua a leggere Le monde réel / Il mondo reale

Quaderni di Traduzioni (XXX)

Quaderni di Traduzioni
XXX. Ottobre 2016

piazza-armerina-chiostro-della-chiesa-di-san-pietro

Yves Bergeret

__________________________
Histoire de l’art (2016)
__________________________

Sul concetto di “langue-espace”

yves-bergeret-koyo-mali-installazione

“Quella d’Yves Bergeret è un’esperienza umana e culturale ch’intesse legami con molteplici esperienze di diversi luoghi del pianeta, che vuole riportare l’atto poetico alla sua complessità originaria: oralità della parolacanto, segno, danza, musica. È spazio che canta, è colore che avvolge, è parola scritta che tende ad abbandonare la pagina bidimensionale, è improvvisazione, è memoria, è un nuovo modo di pensare la geografia, di pensare l’Europa.”

(Leggi l’intero articolo di Antonio Devicienti su Via Lepsius)

Il cronachista immobile

LA97CF-1

A volte il vento fa girare più veloce il giorno e la notte
e anche la terra e il ciclo perpetuo delle immagini,
delle melodie e dei miti.

Continua a leggere Il cronachista immobile

Quaderni di Traduzioni (XXVII)

Quaderni di Traduzioni
XXVII. Luglio 2016

Montagna di Koyo nel Mali

Yves Bergeret

__________________________
Sable, Pierres, Onde (2016)
__________________________

Il sogno di Alaye e le voci notturne

In memoria di EMMANUEL CHIDI NAMDI

Bambini migranti annegati

– Tu sei un fuscello per quale nido, Ankindé?
– Tu sei un fuscello contro quale morte, Alaye?

Continua a leggere Il sogno di Alaye e le voci notturne