Archivi tag: anselm kiefer

Kiefer, colpa e cosmogonia

Anselm Kiefer, Sulamit, 1981 Francesco Poli

Nel 1980 Anselm Kiefer e Georg Baselitz rappresentano la Germania alla Biennale nel Padiglione che anche Hitler aveva visitato nel 1938. Baselitz espone una monumentale scultura primitivista in legno (Modello per una scultura) che ha un braccio teso che sembra un saluto nazista, mentre Kiefer propone una serie di opere intitolate programmaticamente Bruciare, lignificare, affondare, insabbiare, che sono dei libri con foto, scritti e disegni (che sembrano scampati a un incendio) e dei dipinti dedicati agli Eroi spirituali della Germania, da Parsifal in poi.

(Continua a leggere qui)

“Böhmen liegt am Meer” di Ingeborg Bachmann nella traduzione di Davide Racca

boehmen1
(Anselm Kiefer, Böhmen liegt am Meer, 1995)

     Böhmen liegt am Meer

Sind hierorts Häuser grün, tret ich noch in ein Haus.
Sind hier die Brücken heil, geh ich auf gutem Grund.
Ist Liebesmüh in alle Zeit verloren, verlier ich sie hier gern.

Continua a leggere “Böhmen liegt am Meer” di Ingeborg Bachmann nella traduzione di Davide Racca