Archivi tag: corrado benigni

Tempo riflesso

Elio Grasso

Nota di lettura a:
Corrado Benigni
Tempo riflesso
Novara, Interlinea, 2018

Cosa fa il poeta quando arriva da molto lontano su questo pianeta? Si mette in strada, segue i cammini, viaggia. Soprattutto avvia le sue giornate di scrutatore. Un pensiero fisso lo cattura, in un certo modo lo deterge dalle passate dimensioni. È il pensiero fisso del mondo. Questa condotta lo preserva dalle sciabolate della realtà, e da atteggiamenti scostanti, contrari alle cose che gli consentono di percepire, di dare un nome. Corrado Benigni accoglie l’impresa di consegnare un nome a ogni poesia, alle poesie di Tempo riflesso. Così che i propri occhi non perdano la distanza, e risolvano a ogni chiusura la verità di un verso. Poiché sappiamo come il verso sia compiuto se scortato da uno scatto improvviso, sospeso fra il ritmo e le tonalità di quanto lo precede e lo segue. Continua a leggere Tempo riflesso

Annunci

Nel solo ordine riconosciuto

Liliana Zinetti

Passano nell’aria
come uccelli sconvolti.
A volte, equilibristi goffi,
su fili di luce oscillano inquieti.
Guardano il futuro
con i nostri occhi.
Sono stati corpi, caldi
di carne e sangue.
Sono stati occhi e sguardi.
Fiamme spente, ora, alberi di fumo.

Ospiti congedati,
insistenti tornano
bussano alla porta
chiedono cos’hanno lasciato.

Continua a leggere Nel solo ordine riconosciuto

Riannodare i corpi alla terra – Corrado BENIGNI

Egon Schiele, Four Trees, 1917

Testi inediti di Corrado Benigni

L’essenza di una sintassi

Adesso conta le lettere del tuo nome
che il vento non ha disperso,
contale, oggi che tutto ti chiama da vicino
con la voce di un figlio e una promessa –
riscrivi questi colli
l’ombra larga dei platani
il suono dei passi
sui sassi ghiacciati di via Arena,
l’essenza di una sintassi. Continua a leggere Riannodare i corpi alla terra – Corrado BENIGNI