Archivi tag: dalla rete

Fermo immagine / poesia (III)

Nella deriva alluvionale dove sciamano ondate gigantesche di testi inutili e relitti di libri destinati a non lasciare nessuna traccia del loro passaggio, di tanto in tanto affiorano opere capaci ancora di fermare il respiro e di trattenerlo tra le pagine. Un attimo o per sempre, non ha importanza. Perché se i versi parlano davvero e muovono le pupille a farsi uno con i segni e le immagini, ogni attimo è per sempre. La poesia, in fondo, non chiede nient’altro – per esistere.

Noi non facciamo altro che spiarti
in questo incrocio qualsiasi voluto sulla terra,
tu sei la regina al centro della scena
rottami sparsi con cura tutto intorno.
Poterli raccontare tutti gli uomini
e donne e bambini fissati al tuo cospetto,
al casco strappato come corazza di cartone,
alla tua posa così scomposta
da non essere più umana.

Continua a leggere Fermo immagine / poesia (III)

Annunci

Fermo immagine / poesia (II)

Adriano Padua in una splendida nota critica di Matteo Veronesi, con annessa antologia di testi editi e inediti.

Con Hiberno Pulvere, Orsola Puecher ci regala uno dei più bei post letti in rete negli ultimi tempi: perfetta consonanza di arte, musica, versi e riflessione.

Stefano Guglielmin ospita la prima parte del reportage poetico Amelia Rosselli in URSS, di Gino Scartaghiande. Una vera anteprima, e non solo per la rete, che ci dà l’occasione, oltretutto, per richiamare l’attenzione sull’autore del testo, un poeta la cui opera andrebbe assolutamente conosciuta e rivalutata.

Continua a leggere Fermo immagine / poesia (II)