Archivi tag: joë bousquet

Post-Kult, 3

Londra, settembre 1940, Biblioteca di Holland Park

Continua a leggere Post-Kult, 3

Annunci

Mistica

J. Bousquet, Mistica

Joë Bousquet
Massimo Sannelli

Eco è veramente la dea del linguaggio poetico. Sull’opera che deve nascere, fa passare questo soffio lamentoso, desolato, in cui si eleva l’esigenza della vita fisica che si alimenta di uniformità e ripetizioni. Nel pensiero la vita vuole ritrovare la carne; ecco perché la poesia è il suo atto più alto: interiorizza la parola. E io pensavo a questo, è chiaro, quando ho scritto, in un quaderno di note che ho sotto gli occhi: «scrivere è trovare il cammino delle lacrime, scoprendo quello che si conosceva. Siamo separati dal mondo perché lo siamo da noi stessi; una ferita è proprio questa separazione, e se siamo feriti possiamo amare solo ferendo». Sono certo che esistano esseri di luce, e la loro mente annulla la distanza con la velocità. Tutta la realtà è il contenuto del loro pensiero. (Joë Bousquet)

Continua a leggere Mistica

Joë BOUSQUET nella lettura di Beppe SEBASTE


(Yves Tanguy, Le Jardin sombre, 1928)

[I testi di Joë Bousquet qui presentati sono dati nella traduzione di Charles Debierre e Beppe Sebaste; il saggio “Un viaggiatore immobile” è di Beppe Sebaste. Testi e saggio sono tratti da: In forma di parole, Libro VII, Il Pomerio. Antologia poetica, Reggio Emilia, Elitropia Edizioni, 1983, pag. 334-342 e pag. 803-809]
Continua a leggere Joë BOUSQUET nella lettura di Beppe SEBASTE

Il silenzio impossibile – Joë BOUSQUET

Max Ernst
(Max Ernst, The eye of silence)

[Joë Bousquet, “Il silenzio impossibile”, cura e traduzione di Antonio Castronuovo, Pistoia, Via Del Vento Edizioni, Collezione “Ocra Gialla” – Testi inediti e rari del Novecento, 2007 (Le pays des armes rouillées (1946-1947), Limoges, Editions Rougerie, 1969)]

Continua a leggere Il silenzio impossibile – Joë BOUSQUET