Archivi tag: paesaggi nascosti

I paesaggi nascosti di Isabel Ramoneda

Rosa Pierno

Il bianco, egemonico colore di fondo, pare subito un’esca per gli occhi, atta a svuotare la mente. Una specie di esperimento in cui si voglia fare piazza pulita dei concetti, delle consuetudini dei circuiti scavati e frequentati solo per abitudine come anche delle reti complesse e strutturate della conoscenza. Il colore della tabula rasa, della mente priva di memoria. Eppure, contemporaneamente si viene captati da queste affascinanti superfici sentendosi partecipi di un viaggio, poiché l’occhio si ferma a ogni istante calamitato da una diversa modalità di lavorare il colore mediante la grana materica del supporto, di incidere il segno o di sovrapporlo, di disporre a strati il pigmento per modificare apparenze e trasparenze in un inesauribile florilegio di sorprese. Continua a leggere I paesaggi nascosti di Isabel Ramoneda

Annunci

I paesaggi nascosti di Georgina Spengler

Rosa Pierno

Quadri che realizzino una relazione con la natura in cui verrebbe voglia di allungare le mani e di scostare le fronde per vedere il panorama, di portarsi in una posizione in cui si veda la linea dell’orizzonte o si scorga l’effettiva profondità sono di fatto inusuali. Se il verde, vellutato e profondo, determinato dalla riflessione delle piante, mobilissimo e fremente di vento, trasportato da acque che sgorgano con virulenza o serpenteggiano con indolenza, parrebbe situarci in una modalità di rapporto con la natura che almeno dal ‘700 è stata insistentemente esperita, è anche vero che, oggi, la relazione con la natura è ridivenuta problematica e di strategica importanza per la costruzione della nostra identità. Continua a leggere I paesaggi nascosti di Georgina Spengler