Archivi tag: tempo d’attesa tra le quattro mura

Tà. Poesia dello spiraglio e della neve

Ida Travi
Alessandra Pigliaru

Tà. Poesia dello spiraglio
e della neve

– Sbrigati, sveglia il bambino!
*
Io volevo un amore non questa conversione della pena
*
Ecco il mio segreto testamento
C’è al mondo un sasso,
lucido come il ginocchio!
duro come un’idea

Se l’innocenza non può essere reclamata, la responsabilità su di essa, come sguardo della cura in un mondo che cedevole si sposta, è forse il modo di saperci ancora figlie e figli. Di accorgerci che quella unione, dapprima sparpagliata e poi radunata in nidi di grazia, esiste e ci chiama – abissalmente. Ma c’è un ulteriore movimento che, risalendo il principio, recita ancora il proprio battesimo di sasso e fuoco:

Continua a leggere Tà. Poesia dello spiraglio e della neve

Annunci