Rizomi e altre gramigne

rizomi-e-altre-gramigne

 

Maurizio Manzo
Rizomi e altre gramigne
Prefazione di Pasquale Vitagliano
Lavagna (GE), ZONA Contemporanea, 2016

 

La poesia di Maurizio Manzo è solo apparentemente prosastica. Egli è molto attento al ritmo e al metro. Ed infatti i quadri di Rizomi (radici) sono metricamente molto rigorosi, ciascuno di cinque versi, due endecasillabi uniti. Lo stesso autore definisce chiusa questa struttura. Contornata, infatti, quasi fosse un’inquadratura, uno story-board che recupera una metrica antica e difficile.
Questa ultima raccolta di Manzo è davvero compiuta. E indica anche un orizzonte possibile e diverso rispetto all’attualità poetica. Riconsegna al verso e alla parola l’ambizione di sfidare a mani nude le altre più complete e sensoriali forme d’arte. Questa poesia è pura scrittura. Si propone alla lettura senza protesi. Ha il coraggio e la forza di confinare la poesia performativa dentro lo spazio visibile (ma effimero) dei fenomeni alla moda. Riafferma la sostanza e la semantica del rigore formale.

(Dalla Prefazione di Pasquale Vitagliano)

 

Un rizoma non comincia e non finisce, è sempre nel mezzo,
tra le cose, inter-essere, intermezzo. L’albero è filiazione,
ma il rizoma è alleanza, unicamente alleanza”.
G. Deleuze – F. Guattari, Mille piani

 

Collare

Ho visto che son morti tutti i torti, impiccati un po’ prima di fare buio
quando se respiri vomiti forte, ora intorno è piatto liscio e circolare
un tempo avevo un collare dorato, ero una vetrina sempre illuminata
si poteva scendere senza scale, prima ancóra di salire e smaltire
le vertigini come fossero anni, poi fuggire da quello che inseguivi.

 

*

 

Calco

Appena in tempo smetti di sperare, ricalcare quello già disegnato
essere inseguiti pensi sia bello, non tutti però vogliono abbracciarti
la strada non è stabile sui piedi, a rotolare la vita inizia presto
le vertigini spargono colori, gli occhi sporgono di meraviglia
si calcola il mormorio la durata, tra urlo e sorriso un calco su ciniglia.

 

*

 

Spirale

Stupida la notte lei si combina, con mascara e porporina disserta
degli angeli e diavoli dissolti, ci accompagna più spesso con il nulla
separato nel centro una spirale, poi al vortice consegue un capogiro
una sospensione di indicazione, ripetuta e fuorviante percezione
finché tenersi appare irrilevante, lasciarsi andare un po’ senza ritorno.

 

*

 

Incagli

Parte del mondo si incaglia in silenzio, mentre di crescita ci si dilegua
mutare è un cunicolo si fa in trance, porta lontano esonera dal tatto
persino la vista non è più aguzza, scalfisce i recettori diluiti
dentro gli spot i festoni della gioia, si può appendere l’anima essiccata
indossarla nei giorni tormentati, bagnata dal pianto prende vigore.

 

*

 

Custodi

Un’isola non nasconde mai nulla, le cose perse ritornano a galla
ti avrei fatta felice certo fiera, se smettevo di rovesciare i banchi
ribellarmi e lasciare buchi bianchi, senza sapere bene per che cosa
m’innamoravo della catechista, la volevo come angelo custode
spariva dalla finestra dell’aula, e vedevo solo il cielo appesantirsi.

 

*

 

Sogni

I portoni sbattevano con forza, ripetutamente provavo freddo
il venerdì non potevi sognare, le persone molto care i parenti
dice che sarebbero deceduti, com’è difficile filtrare i sogni
ingabbiare l’imprevisto l’inconscio, avere paura di sognare tua madre
incontrarla che cammini sull’acqua, passare avanti graziarle la vita.

 

*

 

Inciampi

È difficile da credere eppure, s’inciampa sulle strade del presepe
sopra i lucidi tondi sassolini, e finire in improbabili laghetti
si rivoltano tutte le maestranze, persino inseguito dalla cometa
a disorientare i poveri magi, poi si inizia da capo spegni tutto
il paesaggio e posizioni le stelle, disponi la gente accendi il destino.

Un pensiero su “Rizomi e altre gramigne”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...